Lettori fissi

mercoledì 13 aprile 2016

Challenge LGS 2016, un libro la cui autrice abbia più di 60 anni: Olympia di Danila Comastri Montanari

 
Descrizione
 
Grecia, anno 4.1 d.C. Il senatore Publio Aurelio Stazio giunge a Olympia per presentare i puledri della sua amica Pomponia ai Giochi atletici più celebri del mondo. Le gare, però, vengono subito funestate da una serie di lutti: un tifoso accoltellato, un pancraziaste strangolato, un pentatleta sgozzato da un disco tagliente, un velocista trafitto da un giavellotto. Accusato degli ultimi due delitti è il discobolo di Corinto, Pirro, che avrebbe potuto procurarsi con facilità gli attrezzi impiegati e che si rende subito irreperibile. Una firma sui delitti, secondo il comitato olimpico che dimostra, molta, forse troppa, fretta di chiudere il caso. Ma Publio Aurelio non è convinto e comincia a indagare su altri possibili sospetti. Di fronte al groviglio di morti ammazzati, false piste, doppie e triple verità, il compito per il senatore-detective non si presenta facile, in quell'ambiente cosmopolita che sotto una cornice splendida cela ambizioni sfrenate, enormi interessi pecuniari, efferati misteri.
 
Recensione
 
Olympia è un giallo storico ambientato  a Olympia nel 41 d.C.
La Grecia è ormai entrata nell'orbita di roma e quindi anche gli atleti romani possono partecipare alle Olimpiadi. Per questo motivo Publio Aurelio Stazio, nobile senatore romano, ricchissimo e con la fama di donnaiolo impenitente si trova a Olympia per assistere alle gare e per farvi garreggiare i cavalli di una sua amica. Ma i giochi vengono funestati da strani omicidi e così il nostro senatore inizia a investigare e a cercare l'assassino tra i giudici corrotti e concorrenti pronti a tutto pur di vincere, tra strani spettatori e belle signore.
Accompagnato come in ogni sua indagine dal suo scaltro schiavo alessandrino Castore, Stazio riuscirà a risolvere il caso.
 
Alla figura del nobile senatore la scrittrice ha dedicato una serie di libri.
In ogni racconto si scoprono usanze e costumi dell'antica Roma. Anche questo libro è una fonte inesauribile di notizie sul modo di vivere nell'antichità, sui rapporti complessi tra uomini e donne, e dato che la vicenda si svolge in Grecia, anche sui modi di vivere della Grecia stessa e su come si svolgevano le Olimpiadi antiche.
Naturalmente non mancano le descrizioni degli aspetti negativi di queste società come la corruzione, lo schiavismo, lo sfruttamento della prostituzione maschile e femminile, tutto raccontato con un velo di ironia..
Per questo motivo trovo che leggere i libri di questa scrittrice sia un modo divertente per avvicinarsi alla storia.
 
Per quanto riguarda i personaggi bisogna dire che la scrittrice li presenta sempre con chiarezza nei loro pregi e nei loro difetti. e leggendo i sui libri ho come l'impressione che il suo personaggio preferito sia il segretario di Stazio, ottimo collaboratore del senatore nelle indagini, ma truffatore e ladro incallito, non si sa se più dedito alle donne e al gioco che a Stazio stesso. Senza contare la sua attitudine a prelevare quantitativi immensi di monete, gioielli e vestiti dai tessuti pregiati dai forzieri del suo nobile padrone.
 
Per chi ama i gialli troverà in questi libri incredibili trame, con assassini crudeli e scaltri, donne pericolose e perchè no, anche tanto divertimento.
 
 


Nessun commento: