Lettori fissi

mercoledì 11 maggio 2016

Challenge LGS 2016: un libro sulla cui cover sia raffigurato un mezzo di trasporto: Regalo di nozze di Andrea Vitali

 
Descrizione
 
Ercole Correnti ha ventinove anni, tra qualche giorno si sposa, dopo cinque anni di fidanzamento. In una calda domenica d'agosto, mentre sta andando a pranzo dalla mamma, sul lungolago vede una Fiat 600 bianca. È uguale alla macchina sulla quale lui aveva fatto il primo viaggio della sua vita, vent'anni prima. Con mamma Assunta, papà Amedeo e soprattutto lo zio Pinuccio. Indimenticabile, quella gita, come lo zio Pinuccio. "Nato gagà", come diceva sua sorella Assunta. Ma anche insuperabile cacciaballe, raccontava di essere mediatore d'affari per i grandi produttori di seta del comasco. Grazie ai suoi mirabolanti racconti, era in grado di affascinare qualunque femmina gli capitasse a tiro. Ma anche un po' misteriosa, quella gita: Ercole ne riuscirà a scoprire i retroscena solo vent'anni dopo, in quell'afosa domenica di fine agosto.
 
Recensione
 
Una storia breve, ma intensa.
I personaggi sono caratterizzati molto bene nella loro semplicità:
Un bimbo dolce che ama profondamente i suoi genitori e lo zio, un vero scapestrato combina guai, un notaio pronto a correre in aiuto della famiglia nel momento del bisogno...
Insomma vite tranquille, fatte di lavoro e partite di calcio all'oratorio, con poche novità a turbare il tran tran dei giorni che scorrono.
E poi c'è lei, la Fiat 600 acquistata dal padre, bianca e immacolata, simbolo del boom economico italiano degli anni '60 e vettura popolare per eccellenza, che viene usata pochissimo per paura di rovinarla che a distanza di anni risveglierà nel bambino diventato uomo tanti ricordi.
 
Detto fra noi però ho come l'impressione che questa 600 porti anche sfortuna, visto quello che succede a chi ha l'onore di guidarla.
 
Questo è un libro di ricordi dove traspare tutta l'umanità dei personaggi di Vitali con le loro conquiste, all'interno di un mondo, quello appunto degli anni '60, che sta cambiando portando le persone ad assaporare un certo benessere che prima non avevano.
 
Non mancano comunque colpi di scena, la scelta azzeccatissima dei nomi (un notaio come si deve non può fare che Certificato di cognome) e tanto divertimento.
E cos' è il regalo di nozze di cui parla il titolo? Per un attimo ho creduto che fosse la macchina, la famosa 600, ma poi...Non ve lo dico.
Dovrete leggere il libro!
 

Nessun commento: