Lettori fissi

martedì 20 agosto 2013

Di nuovo a casa

E già, sono di nuovo a casa. Ho passato delle giornate bellissime con la mia famiglia in montagna, in Valtellina, eravamo in un albergo della Valmalenco a Chiesa.
La voglia di camminare e di stare con gli amici non ci è mai mancata e abbiamo fatto delle bellissime passeggiate a Chiareggio, la mia meta preferita....
 
 
Al lago Palu, dove finalmente è stato riaperto il rifugio chiuso da tempo.
Una vera tristezza raggiungere la meta e trovare il rifugio chiuso!
 
 
Ma la gita più bella è stata quella in Val di Mello.
In quest'acqua cristallina  i nostri figli più grandi hanno avuto il coraggio di fare il bagno mentre i più piccoli guardavano ammirati ranocchie e girini.

 
E poi non poteva mancare una bella camminata per raggiungere il rifugio Mitta dove abbiamo mangiato tutti in compagnia.
Per arrivarci bisogna attraversare a piedi una delle dighe di Campo Moro, un'impresa ardua per me.
Mi dà molto fastidio camminare sopra una diga, meno male che era la più piccola.
Sulla grande non riesco nemmeno a salire.
 
 
E poi abbiamo percorso il sentiero chiamato Le orme dei giganti a Campo Franscia sopra Lanzada.
Si chiama così perchè su questo sentiero si possono vedere nelle rocce enormi buche a forma di cilindro o scodella scavate dall'acqua dei fiumi e dei ghiacciai milioni di anni fa. Queste buche vengono chiamate anche Marmitte dei giganti proprio per le loro dimensioni.
Si possono ammirare in varie parti d'Italia.
In questo ruscello ho anche avuto il coraggio di entrare con i  piedi. L'acqua era freddissima, mi sembrava di avere migliaia di spilli che mi pungevano, ma poi, una volta uscita e rimessa calze e scarponcini ho provato una piacevole sensazione di benessere.
 


 
E poi che bello entrare anche anche nel torrente formato dalle cascate dell'Acquafraggia, nel commune di Piuro in Valchiavenna.
Si stava proprio bene.

 
E per ultimo, ma non meno imporante, vi mostro un bel piatto di pappardelle al ragù di capriolo.
Nell'albergo dove abbiamo alloggiato si mangiava benissimo. Le porzioni erano abbondanti ed era tutto squisito: manfrigole, pizzoccheri, dolci a non finire.
Meno male che abbiamo scelto la mezza pensione e che tutti i giorni andavamo a camminare, altrimenti saremmo tornati a casa rotolando!
 
 

 
A Lanzada ho potuto ammirare anche una splendida mostra di patchwork organizzata da Quilt Italia.
C'erano dei lavori meravigliosi. Naturalmente ho fatto danni, anche se minimi, al portafoglio. Mi sono comprata delle dime della Clover per realizzare un porta Ipad!

4 commenti:

Tatina Fairy ha detto...

che bellissimi posti!!!
ci sono stata anche io tanti anni fa.
un abbraccio
Paola

La Comtesse ha detto...

Posti magici!
...sono felice quando leggo che le vacanze non siano state uno "stress" ma vero riposo e relax!
Bentornata...
Loredana

roberta ha detto...

Splendida vacanza. E non rientrate nemmeno col caldone!
Roberta

Susanna ha detto...

Aaaah che meraviglia Lauretta! Respirare aria fresca, di montagna.
E che scorci magnifici!
Bentornata a casa, dopo un pò comunque manca, eh?
Aspettiamo di vedere allora la tua nuova creazione.
Baciotto Susanna