domenica 7 febbraio 2010

Le coperte delle nonne

La mia nonna paterna aveva in casa tantissimi anni fa una bellissima coperta composta da decine di quadretti coloratissimi fatti all'uncinetto con avanzi di gomitoli di lana.
Io ne ero letteralmente innamorata, ma stupidamente, malgrado fossi già appassionata di lavori manuali (mi piaceva tanto il ricamo tradizionale), non ho mai pensato di chiederle di insegnarmi a fare i quadretti.
Una decina di anni fa ne vidi una simile a casa di mia zia e allora ne approfittai subito. Radunai parecchi gomitoli avanzati da alcuni lavori di mia madre, ne comprai degli altri e con tanta pazienza (tra me e l'uncinetto c'è poco feeling), mia zia mi insegnò a fare i quadretti e dopo diversi anni di lavoro ho anch'io la mia coperta.
Ogni tanto prendo in mano l'uncinetto e ne aggiungo degli altri, così da ingrandire la coperta e siccome ho ancora diversi gomitoli a disposizione pensavo di farne ancora.
La zia che mi ha insegnato a fare i quadretti è scomparsa tre anni fa per questo motivo questo lavoro ha un grande valore affettivo per me, me la fa sentire più vicina. Questi sono gli ultimi quadretti fatti e presto andranno a formare un'altra striscia di questa fantastica coperta.


Anche mia suocera ne ha una, i quadretti sono fatti ai ferri e sono più grandi dei miei, ma resta comunque un lavoro stupendo.



10 commenti:

Nora ha detto...

Che bello far rivivere i lavori delle nostre nonne. Io con il patchwork tu con l'uncinetto. Vorrei fare tante cose ma il tempo non basta mai.
Un abbraccio e buona domenica.
Eleonora

Terry punto e a croce!!! ha detto...

Questa coperta è bellissima, anche io ne ho fatta una, ma ai ferri, quando ero all'università. Ci abbiamo lavorato tutti, sono bei ricordi. Teresa

toffolina09 ha detto...

Anch'io l'ho fatta l'estate scorsa, attaccare i quadretti con quel caldo.... però soddisfatta.
Brava è molto bella.

loredana ha detto...

anche io ho imparato a lavorare ad uncinetto con i quadrati che faceva mia nonna, e dopo di allora l'uncinetto è una delle mie passioni. CIAO E PIACERE DI AVERTI TROVATA lOREDANA

countrygirl ha detto...

meravigliosa..soprattutto per quello che ricorda...un abbraccio..iulia

Marm ha detto...

Brava Laura. Adoro le coperte a quadretti e la tua è anche carica di ricordi. Ne ho fatte alcune anch'io. Una in particolare mi è tanto cara. Inizialmente era per la culla di mia figlia, si è ingrandita poi a misura di lettino e poi da letto. Ora è il mio plaid preferito quando mi accoccolo sul divano. Bellissimo post: Buona notte Donatella

connie ha detto...

Bellissima la tua coperta,ma soprattutto bellissima la sua storia...e mi piace tantissimo il fatto che tu la stia facendo piano piano,come se stessi crescendo una bimba ahahah...e comunque per la cronaca,neanche io ho un bel rapporto con l'uncinetto ahahah solo la catenella ho imparato a fare...imbranatissima sugnu!un bacio

anna63li ha detto...

Bellissima, io adoro questo genere di coperte.
Mia suocera me ne ha "confezionate" parecchie sia ai ferri che all'uncinetto! io ne ho fatta una sui toni del rosa per la mia bambina.
Ciao
Anna

Barbara ha detto...

anche a me sono sempre piaciute queste coperte ma nn ne ho mai fatta una......... prima o poi devo proprio farla perchè è bellissima!!!!!!!! complimenti!!!! è veuta proprio un capolavoro! ma lo schemino della piastrellina???
ciaoooooooo =^_^=

Anonimo ha detto...

Ho visto la coperta,
potrei avere lo schemino?
Grazie
Ada

Gli effetti speciali dell'amore di Angela Iezzi

  Descrizione   Ashley Morgan ha ventiquattro anni, una grande passione per i libri e pensa che il suo futuro sia già scritto: pre...