Lettori fissi

sabato 16 aprile 2011

Arezzo

                                        
Con famiglia al seguito ho gironzolato per tre giorni per Arezzo.
E' una città accogliente, con poco traffico (almeno per me che abito vicino a Milano e dove impiego più di venti minuti in macchina per fare 7 Km).
Vi mostro volentieri alcune foto dei luoghi che abbiamo visitato.
La foto sopra mostra la splendida Basilica di San Francesco dove si possono ammirare gli affreschi di Piero della Francesca dedicati alla "Leggenda della Vera Croce".


Questa invece è la casa del poeta Francesco Petrarca dove la tradizione vuole che il poeta sia nato il 20 luglio 1304.


La spendida Piazza Grande, dove due volte all'anno viene rappresentata La Giostra del Saracino, una rievocazione storica delle scorrerie dei Saraceni, che arrivarono anche ad Arezzo.Vi partecipano i quartieri cittadini con i loro colori caratteristici. E' preceduto da un variopinto corteo composto da oltre 300 figuranti e da esibizioni di sbandieratori. I cavalieri dei quattro quartieri cittadini si lanciano al galoppo contro un pupazzo armato che rappresenta "Buratto, re delle Indie". Vince chi accumula più punti centrando lo scudo del fantoccio senza a sua volta essere colpito.


La bellissima Pieve di Santa Maria con il suo campanile detto "delle cento buche"
per la regolare struttura a bifore abbinate su 5 piani. Al suo interno si può ammirare un grande Polittico (Madonna con il Bambino e santi, Annunciazione, Assunta e 12 santi) del Lorenzetti e il Busto-reliquario di S. Donato, in argento dorato, opera dei maestri orafi aretini.


L'Anfiteatro romano, su cui è impostato il Museo Archeologico "Mecenate". Strutturato su 20 sale, conserva pezzi provenienti da collezioni private insieme a reperti archeologici rinvenuti all'interno del perimetro urbano di Arezzo, nel territorio aretino e in aree diverse.


Palazzo Pretorio, la cui facciata è ricoperta da numerosi stemmi in pietra di podestà e commissari fiorentini.
All'interno ospita la ricca biblioteca cittadina, con preziosi manoscritti, codici miniati e incunaboli.


Il bellissimo Duomo con la sua ampia scalinata, dove si può ammirare la Maddalena di Piero della Ffrancesca.
Molto bella è la cappella della Madonna del Conforto.


Sull'altare maggiore della chiesa di San Domenico invece si può ammirare il Crocifisso, una grandiosa opera di Cimabue.

Tutte le notizie riportate sono state ricavate dalla guida della Toscana del Touring Club Italiano (serie "Guide d'Italia") e dalla guida Low Cost "Toscana" della Giunti.

4 commenti:

Titti ha detto...

Che posti meravigliosi! E bellissime le foto!

✿ Elena ✿ ha detto...

Non sono mai stata ad Arezzo...mi hai messo la curiosità!
Baci baci

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

Veramente tutti questi luoghi sono una grande meraviglia e le tue foto fantastiche. Grazie Laura di condividere questi viaggi con noi! Un carissimo saluto e un grande augurio di buon inizio di settimana!

ziamame ha detto...

Adoro leggere i post di questo tipo!!!
Bravissima, mi hai stuzzicato la fantasia.
A presto,
Ziamame