domenica 20 settembre 2009

Letture

Insieme ai miei lavori di punto croce e di patchwork proseguono anche le mie letture e navigando nel sito della biblioteca della mia città ho scoperto questo libro.
E' un pò la continuazione di Orgoglio e pregiudizio, ma la protagonista principale non è Elizabeth Bennet bensì una delle sue sorelle più piccole, Mary. Bruttina, un pò troppo rigida, contraria ai balli e ai divertimenti in genere nel libro della Austen, in questo si trasforma in una donna affascinante e intraprendente che trova l'amore dopo mille disavventure. Amore che invece alle altre sorelle ha portato guai, dubbi e tristezza.
Devo essere sincera, preferisco credere al classico ....e vissero felici e contenti che traspare dalle righe del finale del libro di Jane Austen e che Darcy non si sia mai trasformato nell'uomo crudele, cinico e ambizioso del libro della McCullough.
Comunque non è male come libro, alla fine tutto va a posto anche per quanto riguarda le altre sorelle e si legge abbastanza in fretta. Naturalmente non mi è piaciuto come il vecchio e classico Orgoglio e pregiudizio che resta sempre uno dei libri che mi piace di più.




Nessun commento:

Gli effetti speciali dell'amore di Angela Iezzi

  Descrizione   Ashley Morgan ha ventiquattro anni, una grande passione per i libri e pensa che il suo futuro sia già scritto: pre...